Come diventare un Graphic Designer ?

Se ti stai chiedendo come diventare un graphic designer leggi questa guida.

I graphic designer creano comunicazioni visive che vengono viste ogni giorno, ogni minuto, in tutto il mondo attraverso il web e non solo. I progettisti sviluppano intrattenimento, pubblicità, notizie e hanno una funzionalità specifica in tutte le forme, comprese pubblicazioni cartacee (riviste, giornali e brochure), media digitali e broadcast come macchine da gioco, televisione, browser Web, piattaforme social e dispositivi portatili. Man mano che la tecnologia si sviluppa continuamente in complessità, crescono anche i doveri e le abilità dei grafici. Questa guida completa per scegliere una specializzazione adatta (Tra cui il Logo Design e la Brand Identity) esamina il ruolo dei grafici, i percorsi più comuni nella professione, i programmi e le specializzazioni disponibili. Inoltre questo percorso ti chiarirà le idee per la futura scelta, la via da intraprendere nel mondo del design grafico.

Molti non-designer tendono a sostenere che il lavoro di un grafico è facile. Chiunque può inventare un logo o disegnare un volantino, giusto? Diamine, il nipote di qualcuno (a cui piace disegnare da quando aveva cinque anni è l’unico artista della famiglia!) può presumibilmente fare il lavoro in un paio d’ore.

Ma è davvero così semplice diventare un graphic designer?

come diventare un grafico

Esercitare la propria libertà creativa ed essere pagato allo stesso tempo, è uno dei vantaggi di essere un designer grafico, ma il lavoro in sé è ben lungi dall’essere semplicemente creativo, produrre pagine e pagine di loghi, icone grafiche, caratteri o anche volantini.

Per prosperare (e non solo sopravvivere!) come graphic designer ai giorni nostri, dovresti anche essere disposto ad abbracciare abilità che di solito sono al di fuori del set tipico del designer. Queste abilità non progettuali comprendono la comprensione della psicologia dietro un design specifico, la persuasione dei clienti delle tue idee progettuali e la gestione delle critiche a campione. Inoltre devi tenerti aggiornato con le ultime tendenze più rilevanti nel tuo settore.

Che tu sia uno studente che sta pensando di dilettarsi nel design grafico quando terminerai la scuola o hai già trent’anni e ti piacerebbe cambiare carriera, non cercare oltre questa guida definitiva su come diventare un grafico.

Come un buon punto di partenza per chiunque sia interessato a saperne di più sui dettagli di diventare un grafico, questa guida è divisa in tre sezioni:

Comprendere la progettazione grafica

Non si può essere bravi nel design grafico se non si ha una chiara comprensione di ciò che essa è, di ciò che i grafici dovrebbero portare a termine e fare.

Learning Graphic Design

Scopri i migliori libri di design grafico da leggere, corsi online e le esercitazioni che valgono ogni centesimo e dove trovare l’ispirazione del design grafico quando hai bisogno di una piccola spinta per iniziare.

Graphic Design: carriere e stipendio

Capire cosa fanno realmente i grafici al lavoro, scoprire la vita di un grafico (perché ciò che i grafici hanno fatto cinque anni fa potrebbe essere non più valido) è come fare a pezzi il mito dell’artista affamato e sostituirlo con il lavoratore. Se sei già un grafico, ti incoraggiamo anche a condividere i tuoi pensieri e suggerimenti utili per i neofiti del settore.

Cos’è il Graphic Design?

Il design non riguarda solo l’aspetto e l’aspetto di un oggetto. Il design è come funziona.

Non abbiamo fatto questa citazione dal nulla perché Steve Jobs l’ha detto. Se hai cercato di mettere piede nel settore del design grafico, capire questa importante distinzione è fondamentale. In tal modo, sarai in grado di distinguerti dall’oggetto che in teoria potrebbe finire un logo in cinque minuti.

Steve Jobs a parte, che cos’è il graphic design?

Per la definizione più legittima del design grafico, la Professional Association for Design ha questo da dire:

Conosciuto anche come design della comunicazione, il design grafico è l’arte e la pratica della pianificazione e della progettazione di idee, esperienze con contenuti visivi e testuali. La forma della comunicazione può essere fisica o virtuale e può includere immagini, parole o forme grafiche. L’esperienza può avvenire in un istante o per un lungo periodo di tempo. Il lavoro può avvenire su qualsiasi scala, dalla progettazione di un francobollo singolo a un sistema di segnaletica postale nazionale; dall’avatar digitale di un’azienda al contenuto digitale e fisico esteso, interconnesso con un giornale internazionale. Può anche essere per qualsiasi scopo, commerciale, educativo, culturale o politico.

Adrian Shaughnessy design graficoE se sei dell’umore giusto per alcune riflessioni filosofiche, l’autore Adrian Shaughnessy scrive nel suo libro “Come essere un grafico senza perdere la tua anima”:

Fra la miriade di definizioni del design grafico, una delle più illuminanti è quella della designer e scrittrice americana Jessica Helfand. Secondo Helfand, il graphic design è un linguaggio visivo che unisce armonia ed equilibrio, colore e luce, scala e tensione, forma e contenuto. Ma è anche un linguaggio idiomatico, un linguaggio di spunti e giochi di parole, simboli e allusioni, di riferimenti culturali e inferenze percettive che sfidano sia l’intelletto che l’occhio.

Shaughnessy spiega ulteriormente:

La seconda parte della definizione di Helfand fornisce la chiave per produrre una progettazione grafica significativa ed espressiva: spunti e giochi di parole, simboli e allusioni, riferimenti culturali e inferenze percettive, sono gli elementi che conferiscono al lavoro autorità e risonanza. E se vuoi introdurre questi elementi nel tuo lavoro, significa interessarti a tutto ciò che accade intorno a te e avere una curiosità su aree diverse dalla grafica: politica, intrattenimento, affari, tecnologia, arte, bowling a dieci birilli, lotta nel fango e tanti altri temi.

Con queste definizioni in mente, sembra che le persone meravigliose di Treefrog abbiano ragione quando descrivono il design grafico come arte con uno scopo. A questo punto, possiamo tranquillamente dire che i grafici combinano immagini, forme, trame, linee, colori e testo per trasmettere un messaggio.

Come apprendere il design grafico senza perdere la testa?

La raffica di risorse online là fuori che promette di essere un grafico in un numero x di giorni può essere abbastanza travolgente per principianti e dilettanti. Per non parlare del fatto che il design grafico è una disciplina ampia e diversificata che può ulteriormente buttarti fuori dal tuo equilibrio.

Mentre sfogli interminabilmente i siti web e i segnalibri, probabilmente ti sentirai frustrato dalla mancanza di progresso o direzione. Nove volte su dieci, questa frustrazione probabilmente ti impedirà di perseguire completamente la tua educazione alla grafica.

Che cosa fare?

Prenditi una pausa dal sovraccarico di informazioni e rifletti sui concetti specifici di design grafico che ti interessano. In seguito, decidi di concentrarti su un set specifico di risorse per indirizzarti mentre continui gli studi di progettazione grafica.

A seconda del tuo specifico interesse per la progettazione grafica, le seguenti risorse sono punti di partenza meravigliosi che ti guideranno verso la competenza nella progettazione grafica.

Se al momento ti viene richiesto tempo e / o denaro per iscriverti a un corso di progettazione grafica presso un college o un’università basata sulla frequenza, i corsi di progettazione grafica online sono alternative flessibili e convenienti. Alcuni corsi online sono gratuiti mentre potresti dover pagare commissioni per gli altri. Indipendentemente dal corso (a pagamento o meno) di cui ti interessa, tieni presente che l’apprendimento è un processo permanente. Ma è possibile diventare un graphic design senza frequentare alcun corso?

È possibile diventare un grafico senza frequentare nessun corso?

Una buona scuola di design ti porterà assolutamente sulla strada giusta per diventare un professionista di talento e qualificato.

Tuttavia, potrebbe non essere nelle possibilità di tutti. Fortunatamente, puoi ancora tentare di realizzare il tuo sogno di diventare un designer senza un’educazione formale, purché tu abbia la spinta e la dedizione per farcela.

 

Design School: importante o no?

scuola di graphic design

Per quanto riguarda l’industria del design, il dibattito infuria. Non si può davvero incolpare la gente per aver pensato che la scuola di design non è così importante come l’industria dimostra. Dopotutto, l’aspetto più importante della creazione di un fantastico design è la creatività, qualcosa con cui le persone nascono e che sviluppano nel tempo, non qualcosa che apprendi dai libri di testo e dai moduli d’esame.

Ma poi di nuovo, la tua creatività da sola non ti porterà da nessuna parte se non conosci le basi del design. Non importa quanto siano unici i tuoi concetti, dovresti anche presentarli nel modo più professionale possibile, specialmente se vuoi farne una carriera seria. È qui che entra in gioco il valore della corretta educazione al design. Ti insegna le nozioni di base e i dettagli di ogni possibile strumento e teoria di cui avrai bisogno per progredire nel settore specifico su cui vuoi concentrarti.

Quali sono gli svantaggi della scuola di design e i vantaggi dei singoli corsi di specializzazione?

Qual è lo svantaggio di frequentare una scuola di design? È piuttosto semplice, non solo costa una fortuna andare a scuola di design, potrebbe richiedere molto tempo. Inoltre è qualcosa che non è possibile per molte persone, soprattutto se hanno una capacità finanziaria limitata. Molti ragazzi devono iniziare a lavorare nel momento in cui raggiungono l’età legale, quindi come possono mantenere la testa fuori dall’acqua senza dover sacrificare il loro sogno a lungo termine?

Le persone che frequentano YouTube probabilmente ricorderanno Karen Cheng come la ragazza che ha imparato a ballare in soli 365 giorni. Il video che ha realizzato nell’intera esperienza è stato davvero stimolante, causandone la viralità online.

Ma per quelli nel campo del design, Karen Cheng è l’ex lead designer di Exec. E sì, non è mai andata a scuola di design. In un recente post di Quora, ha condiviso la sua storia.

Non avevo quattro anni a disposizione e 100.000 dollari per andare alla scuola di design, dice. Questo le ha impedito di diventare un designer? No, non è stato così. E per aggiungere un carico ancora più grande di sorprese, ammette che non ha disciplina.

La gente pensava che io avessi disciplina perché ero in grado di insegnare a me stesso come ballare in soli 365 giorni, afferma in un’intervista, la verità è che non ho disciplina. È solo che amavo ballare, ho solo fatto ciò che amo.

Questo è esattamente ciò che Karen consiglia alle persone che vogliono avere gli stessi risultati incredibili che lei ha avuto: fa quello che ami.

Se non hai a disposizione molto denaro e tempo, puoi tranquillamente scegliere corsi di graphic design come questo di Logo Designers , organizzati su misura per ottimizzare i tempi di persone che lavorano e risparmiare così tempo e denaro, riuscendo ad approfondire la materia grafica. I vantaggi del corso di Logo Designer professionale ti costituiranno di approfondire la materia e specializzarti in breve tempo in un settore, senza impiegare anni e sprecare energie.

Come capire quale corso di specializzazione in graphic design intraprendere?

Ecco alcuni passaggi che potrebbero aiutarti a iniziare e avvicinarti al tuo sogno:

Costruisci il tuo brand

All’inizio, Karen probabilmente non era brava come quelle persone che hanno attraversato quattro anni di educazione al design. Ma ha comunque fatto il lavoro abbastanza bene da prendere il suo posto nel settore. Doveva solo imparare come iniziare.

Il suo più grande errore? Saltare dritto in Photoshop. Solo perché compri un pennello non significa che sei già un artista. Devi iniziare con le basi. E per una carriera nel design, devi ricominciare da zero.

Impara come disegnare

Non devi nemmeno iscriverti a un corso d’arte. Karen raccomanda il libro You Can Draw in 30 Days. Assegnare almeno 30 minuti al giorno ogni mese solo cercando di disegnare. Una volta apprese le nozioni di base e utilizzate le mani per l’allenamento quotidiano, vai al passaggio successivo. Scopri la teoria del design grafico.

L’immagine e il testo

L’immagine ti dà le basi di tipografia, colore e progettazione con una griglia. Successivamente, devi imparare alcune nozioni di base nell’esperienza utente. Anche il testo gioca un ruolo importante nel design, quindi dovresti anche imparare a scrivere. Vedrai i prototipi usando il testo standard di Lorem Ipsum, ma devi essere creativo sotto ogni aspetto. Dai un’occhiata alle parole, pensa e ripensa al formato più adatto, offri al pubblico l’intero pacchetto mostrando loro le emozioni che non solo attraverso la grafica, ma anche attraverso le parole che usi.

Impara quando distruggere e ricominciare il tuo lavoro

Questa è una realtà di base sul design che molti debuttanti non riescono a raggiungere. Quando un progetto non funziona, distruggilo e ricomincia da capo. Non sprecare i tuoi semi creativi cercando di migliorare qualcosa che non è adatta al tuo scopo. Lascia andare e crea qualcosa di fresco e completamente diverso. Questi step dovrebbero riassumere la parte fondamentale del tuo allenamento. Ora che hai le basi, è ora di passare a cose più complicate.

Padroneggiare il software

Non penserai mica di poter sfuggire ai programmi per computer, vero? Anche se vuoi dedicarti alla vecchia scuola e creare cose a mano, non puoi negare il fatto che il mondo intero sia diventato digitale. Pertanto, devi essere pronto a creare lavoro digitalmente.

Adobe Illustrator

Sì, non è ancora il momento di imparare Photoshop. Meglio iniziare prima con Illustrator. Adobe Illustrator Classroom ha tutte le nozioni di base e attraversare la prima metà potrebbe darti praticamente tutto ciò che devi sapere.

Adobe Photoshop

Adesso è ora che tu impari come si utilizza Photoshop. Anche nel logo design è necessario adoperare Adobe Photoshop, ad esempio per creare delle presentazioni accattivanti del tuo progetto di logo per il tuo cliente. Puoi trovare tanti tutorial online.

Ci sono così tanti altri programmi di design là fuori, ma questi sono due dei più popolari. Puoi provare ad imparare gli altri programmi uno per uno in caso di necessità. Ad esempio, se hai intenzione di fare lavori per la stampa editoriale, dovrai sicuramente approfondire Adobe In Design.

Come trovare la tua specialità?

Come guru di te stesso e seguace del design, devi capire in cosa vuoi specializzarti. Non puoi essere il tuttofare quando si tratta di design, devi essere il padrone delle competenze in un settore specifico. Devi scegliere un’area su cui concentrarti per poter impostare un percorso più attinente per te, specialmente quando si tratta di capire i prossimi passi che dovrai compiere.

Design del logo e brand identity

Interessato a costruire loghi per un marchio? Questa è un’ottima scelta. Se pensi che tutto ciò che c’è per il design del logo sia il logo stesso, ti sbagli di grosso. La maggior parte delle volte, un designer deve salire a bordo per creare non solo un logo, ma un’intera identità del marchio. Ciò significa che dovresti anche immaginare quel logo su un muro, sulla porta di un ufficio, sul menu di un fast food ecc ecc…

Lettering a mano

Se ti piace il lettering a mano, c’è molta richiesta in questo momento. Le persone sono innamorate dei disegni fatti a mano e delle scritte personalizzate. Perché? Perché porta un elemento umano nel design. Nel mondo digitale di oggi molti marchi cercano un’estetica fatta a mano. Le app mobile sono ovviamente molto richieste, ma devi anche essere pronto per un sacco di concorrenza.

Tipografia

La tipografia è probabilmente la base di ogni disciplina grafica, avventurarsi in questo mondo può essere stimolante e può dare grandi soddisfazioni se consideri che un buon font professionale può essere venduto e rivenduto più volte, anche a cifre considerevoli.

E poi, Infografiche, fotoritocco, packaging, impaginazione e molte ancora…

Da qui, è così facile iniziare a costruire il tuo portfolio. Inizia con alcuni concetti e poi portali in vita. Trova amici che potrebbero aver bisogno dei tuoi servizi e cerca di presentare alcune delle tue idee. Intendiamoci, i primi tentativi di cercare di ottenere i primi clienti sono molto impegnativi. Ma una volta che si rende felice il primo, tutto il resto andrà automaticamente.

 

Il nostro corso: Logo Design

Inizia la tua nuova carriera in questo momento, scegli il nostro corso di Logo Design. Molto importante per capire come lavorare sull’identità di un brand, dunque immaginare, pensare, ideare e sviluppare i caratteri generali e la grafica del marchio.

Ecco altri preziosi consigli per iniziare l’attività di graphic designer

Crea sempre

L’esperienza è molto importante. Nessuno vorrà assumerti senza di essa. Usa il tuo tempo libero per creare, imparare ed abituare te stesso al lavoro di grafica.

Sii eccezionale

Fai qualcosa che ti separa dalla massa. Trova una nicchia, un settore specifico o crea un’idea unica che ti renda un prodotto intrigante. Un buon esempio di questo è Sean McCabe. Durante il suo tempo libero gli piaceva molto il lettering a mano. Ha iniziato a pubblicare i suoi lavori su Dribbble, Twitter e Instagram. La gente ha preso nota e ora è conosciuto come il ragazzo delle scritte a mano in tutta la comunità del design. Anche se ci sono centinaia, se non migliaia di talentuosi artisti di lettering a mano là fuori.

Scopri il business del design

Se hai intenzione di intraprendere il percorso della libera professione, dovresti imparare alcuni principi aziendali di base. Dovresti concentrarti sull’apprendimento delle abilità di negoziazione del cliente, su come creare una proposta o un brief di progettazione, su come valutare il tuo lavoro, su come scrivere un contratto, su come organizzare il tuo tempo e fatturare il tuo cliente in modo professionale.

Quindi cosa fa un graphic designer?

Prima di immergersi nella progettazione grafica, è importante essere consapevoli dei ruoli e delle responsabilità che ci si aspettano da un grafico – che lavori con un team, come designer oppure offra servizi di progettazione grafica come solopreneur / freelance.

In questa sezione finale, esploreremo la tipica descrizione del lavoro di graphic designer, le competenze richieste, la gamma di lavori correlati.

La risposta breve è che i graphic designer sono comunicatori visivi, come i copywriter sono comunicatori di linguaggio.

Se desideri una descrizione più dettagliata del lavoro di graphic designer, è probabile che si ottengano risposte miste perché i progettisti grafici possono intraprendere alcuni percorsi diversi nelle loro carriere.

Prova il nostro corso gratuitamente

Dopo aver letto questa guida hai acquisito le nozioni generali riguardo il percorso e le specializzazioni di un graphic designer. Puoi scegliere di iniziare la specializzazione di logo designer e provare tre lezioni gratuitamente. Puoi acquisatre il percorso completo e gestirlo a seconda del tempo che hai a disposizione. Sempre più persone si affidano a noi, Logo Designers è un investimento sicuro per il tuo futuro, approfittane subito!

Provalo gratuitamente

Tre lezioni:

  • “Come deve essere un logo di successo”
  • “Tutorial monogramma effetto nastro piegato”
  • “Rapporto aureo”

Prova gratuitamente la qualità del corso.

Corso
completo

  • Più di 40 video lezioni
  • Tutte le slide in formato pdf
  • Assistenza per ogni tua domanda
  • Il corso sarà tuo per sempre!
  • Aggiornamenti gratuiti

Inoltre, la somma investita sarà più che ammortizzata con il tuo primo lavoro da Logo designer!

4 Commenti

  1. Giulia Achilli

    Wow! Davvero un bell’articolo
    Vorrei intraprendere la carriera di graphic designer ma è possibile anche se vengo da un ramo diverso? (ho terminato quest’anno ragioneria).

    Rispondi
    • Marco

      Ciao Giulia e grazie per il complimento!
      Certamente! Considerando che sei giovane, hai tantissime possibilità e strade che puoi intraprendere. Frequenta una scuola di design, le basi sono fondamentali per avere successo nel mondo del lavoro.
      Eccoti un elenco:
      Scuole italiane di design e comunicazione visiva.

      Accademia italiana (Firenze)
      L’Accademia italiana è una scuola internazionale con sede a Firenze.

      Accademia Pictor (Torino)
      L’Accademia Pictor è un’associazione culturale che opera da 15 anni
      nel settore della ricerca e della sperimentazione artistica.

      Domus Academy (Milano)
      Propone Master di: Design, Fashion Design, Urban Management
      & Architectural Design, I-Design, Interior and Living Design, Business Design, Accessories Design e Transportation Design e numerosi corsi brevi.

      Hightechware Web & Media Academy (Bologna)
      Hightechware è un centro di formazione altamente specializzato nella grafica web e multimediale, ed eroga da 10 anni corsi di formazione professionale per studi, agenzie, uffici marketing e corsi con tirocini per l’avviamento alla professione.

      IAAD – Istituto d’Arte Applicata e Design (Torino)

      ISAD – Istituto Superiore di Architettura e Design (Milano)

      ISIA – Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (Faenza)
      ISIA – Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (Firenze)
      ISIA – Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (Roma)
      ISIA – Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (Urbino)
      Gli ISIA pianificano corsi di Alta Formazione Artistica a livello universitario,
      con titolo equiparato alle Accademie di Belle Arti.

      Istituto Europeo di Design (Milano, Roma, Torino, Madrid, Barcellona)
      Corsi di digital design, fotografia e moda. IED organizza anche master,
      seminari ed iniziative riguardanti il mondo del design.

      Istituto Quasar (Roma)
      L’Istituto Quasar è una struttura di formazione professionale post diploma
      e post laurea accreditata dalla Regione Lazio.

      Istituto Superiore di Grafica, Moda e Design (Lecco)
      Istituto privato e corsi attivi riconosciuti a livello europeo.

      NABA – Nuova Accademia di Belle Arti (Milano)

      Politecnico di Milano – Facoltà del Design. (Milano)

      Scuola Politecnica di Design SPD (Milano)
      La Scuola Politecnica di Design SPD è il primo centro di formazione
      e ricerca per l’industrial design e la comunicazione visiva fondato in Italia.

      Università IUAV (Venezia)
      Architettura, pianificazione del territorio e design.

      Spero di esserti stato di aiuto!

      Rispondi
  2. Alberto Draghi

    Amo troppo la grafica ma sono indeciso però se diventare un web designer o un graphic designer. Mi sembra di capire che ormai oggi tutti sono in grado di creare un sito web anche se non sono dei web designer. Non so cosa scegliere…

    Rispondi
    • Marco

      Ciao Alberto, se è per questo ci sono anche molti “non-grafici” che sono convinti di poter creare loghi e volantini efficaci e lo stesso vale per il web design. Si, è vero che oggi ci sono molte piattaforme di facile comprensione per la creazione di siti web. Lo stesso WordPress ti dà la possibilità di creare siti web in modo semplice, grazie a costruttori visivi abbastanza intuitivi. Ma la differenza tra un professionista e un amatore c’è e ci sarà sempre. Il design deve, come obiettivo primario, risolvere un problema e questo il professionista lo sa bene. Quindi non preoccuparti di questo aspetto e scegli quello che ti darà più stimoli. Spero di esserti stato di aiuto

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* privacy policy

*

Accetto

Pin It on Pinterest

Share This